venerdì 13 febbraio 2015

Project Ara: il futuro è già qui?

Posted By: Giangiotto Malatesta - 07:56

Share

& Comment



Sono anni ormai che si parla del Project Ara come del più rivoluzionario esperimento in ambito mobile. Ultimamente le voci si susseguono con più insistenza; ci staremo avvicinando alla data di  commercializzazione? Vediamo un po' di che si tratta.
Google, oramai quando si parla di innovazione c'è sempre lei in mezzo, ha investito parecchie energie in questo progetto. Di cosa si tratta? Semplice, del Lego dei telefoni.

un puzzle di dubbio gusto
Infatti c'avrebbe dovuto pensare la Lego e non Google! xD
Scherzi a parte il progetto consiste in un'ossatura come in figura



sulla quale aggiungere opportunamente dei moduli in modo da completare lo smartphone.

Spiral 2 è il nome del secondo step su cui stanno lavorando

[Alcuni rumors parlano di tre diversi modelli su cui costruire il proprio smartphone dei sogni. Questi modelli si differenziano principalmente in base alla grandezza dello schermo, da 4 a 6 pollici, che si può utilizzare (e di conseguenza aumenteranno anche i moduli da poter installare sulla parte posteriore)]. 
Ecco un video esplicativo del promettente progetto.



Le potenzialità sono molte alte per una serie di motivi abbastanza lampanti. A me sicuramente ha fatto colpo la grande personalizzazione, la facilità con cui è possibile riparare un modulo rotto. La batteria finalmente sostituibile al volo. Infine la possibilità di sbizzarrirsi nel modding.
Credo infatti che uno dei fattori che portano questo tipo di prodotto al successo risiede proprio nel poter vantare delle specifiche tecniche esagerate (e a volte inutili) ma che stimolano all'innovazione.
Ebbene pare che sia possibile costruire un proprio modulo a patto di rientrare in determinate specifiche tecniche (esempio: grandezza dello schermo). Già immagino di poter scegliere tra schermi della stessa grandezza ma con risoluzioni, contrasto, luminosità,... diversi.
Analogamente per il modulo del processore, della ram e così via.
Tutto questo farà salire i prezzi? Ni. Ovviamente la concorrenza e l'assenza di qualunque costo legato all'assemblaggio si faranno sentire.
Inoltre pare che ci saranno dei bundle con tutto incluso proprio per fornire un prodotto completo in funzione alle varie fasce di prezzo. Sarà però sempre possibile cambiare il modulo atto al compito x con uno con specifiche migliori. Ad esempio la Sennheiser sta progettando un proprio modulo per coloro che pretendono un audio di qualità. Questo sicuramente farà la felicità degli audiofili a cui si arriva a chiedere anche cifre a tre zeri per un prodotto di qualità e che sia anche facile da riporre in tasca. Che fine faranno gli smartphone tradizionali? 
Anche loro avranno ancora molte frecce nel proprio arco! A cominciare da un design personale (speriamo). Probabilmente il futuro conviveranno come per i pc. Anche adesso c'è chi preferisce montare il pc da sè e chi invece preferisce un prodotto già ultimato.
Entrambi i modelli hanno pregi e difetti.
Non c'è bisogno di dire quale sarà il mio modello preferito: poter mettere le mani dentro quello che compro è un plus difficilmente raggiungibile.

About Giangiotto Malatesta

Techism is an online Publication that complies Bizarre, Odd, Strange, Out of box facts about the stuff going around in the world which you may find hard to believe and understand. The Main Purpose of this site is to bring reality with a taste of entertainment

0 commenti:

Copyright © 2013 Pariflessioni™ is a registered trademark.

Designed by Templateism. Hosted on Blogger Platform.